Spazio sponsor, richiedi anche tu uno spazio su ircnapoli per la tua pubblicità!
 
 

Shadow86

nome:

Valeria
eta': 31
Citta'.: San Giorgio a Cremano
Descrizione: uààààààà descrivermi su carta è una cosa che odio fare..perchè secondo me si può conoscere una persona solo parlandole, frequentandola, magari capire i propri gusti e le proprie attitudini..

..ma mi rendo conto che in queste circostanze un piccolo accenno è dovuto..dunque..mi ritengo una persona socievole, simpatica, aperta, solare, a cui piace divertirsi e far divertire, ridere e far ridere, sincera e leale, che odia l'ipocrisia della gente ed esser tradita dagli "amici"..

..poco modesta..direte voi..vero??..no..sono semplicemente consapevole delle mie qualità e delle mie capacità..ma anche dei miei difetti e dei miei limiti..

..so difatti di essere talvolta incostante, se disinteressata, vendicativa con chi mi fa un torto o mi ferisce, indifferente con chi mi tradisce, so di essere testarda e ottusa..

..infine mi ritengo una grande burdellara e kasinista e..perchè no..anche fomentatrice di masse..o almeno così è quello che dicono tutti di me...sinceramente non ho mai capito se devo considerarlo un pregio o un difetto...!!

insomma..chi sono io?
I'M JUST MYSELF!!!!




Itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere d'incontri
se il pensiero resta alto e il sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo
né nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga
che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche aromi
penetranti d'ogni sorta, più aromi
inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca
- raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo,per anni, e che da vecchio
metta piede sull'isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
in viaggio: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
Già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

Costantinos Kavafis




Preghiera del clown

Noi ti ringraziamo nostro buon Protettore per averci dato anche oggi la forza di fare il più bello spettacolo del mondo.
Tu che proteggi uomini, animali e baracconi,
tu che rendi i leoni docili come gli uomini e gli uomini coraggiosi come i leoni,
tu che ogni sera presti agli acrobati le ali degli angeli,
fa' che sulla nostra mensa non venga mai a mancare pane ed applausi.
Noi ti chiediamo protezione,
ma se non ne fossimo degni,
se qualche disgrazia dovesse accaderci,
fa che avvenga dopo lo spettacolo e, in ogni caso,
ricordati di salvare prima le bestie e i bambini.
Tu che permetti ai nani e ai giganti di essere ugualmente felici,
tu che sei la vera, l'unica rete dei nostri pericolosi esercizi,
fa' che in nessun momento della nostra vita venga a mancarci una tenda, una pista e un riflettore. Guardaci dalle unghie delle nostre donne,
ché da quelle delle tigri ci guardiamo noi,
dacci ancora la forza di far ridere gli uomini,
di sopportare serenamente le loro assordanti risate
e lascia pure che essi ci credano felici.
Più ho voglia di piangere e più gli uomini si divertono,
ma non importa,
io li perdono,
un pò perchè essi non sanno,
un pò per amor Tuo,
e un pò perchè hanno pagato il biglietto.
Se le mie buffonate servono ad alleviare le loro pene,
rendi pure questa mia faccia ancora più ridicola,
ma aiutami a portarla in giro con disinvoltura.
C'è tanta gente che si diverte a far piangere l'umanità,
noi dobbiamo soffrire per divertirla;
manda, se puoi,
qualcuno su questo mondo capace di far ridere me come io faccio ridere gli altri.

Dal film: "Il più comico spettacolo del mondo",
di Antonio De Curtis, in arte Totò.




20\02\2006

...quando si è pikkole..noi bambine abbiamo un sogno..un sogno forte..resisente..forse spinte anke dalle innumerevoli fiabe ke ci vengono propinate dai genitori..dai film somministrati a quell'età o da quelli ke diventano vincitori di maggiori incassi ai botteghini dei cinema per i lieti fini..abbiamo dunque un sogno..quello del mitico "principe azzurro"..ovvero quel principe ke ci salva dal drago sputafuoco..dallo strgone cattivo..quello ke ci libera dalla prigionia di una torre..ke ci cerka ovunque per poi portarci in salvo sul suo cavallo bianco..

..beh anke io ho sempre avuto quel sogno..in cuor mio in ogni ragazzo ke incontravo, cercavo il mio principe azzurro..eppure più lo cercavo..più nn lo trovavo..più i miei sorrisi diminiuvano..più i miei okki si spegnevano..delusi..

..poi..ecco ke un giorno mi si presenta dinnanzi un ragazzo..bello..simpatico..dolce..e dotato di tutte quelle altre cose ke ogni bambina sogna di trovare nel suo principe..all'inizio lo scruti..sei sospettosa..quasi a kiederti:"ma è reale??", "ma esiste davvero o è tutto un sogno??"...

..poi lo starci a contatto..spesso..a lungo..ti porta ad essere quella che sei..e lo porta a rivelarsi per quello kè è...gli avvenimenti della sua vita..della TUA vita..ti mettono alla prova..e ti costringono..ci costringono a dover venir fuori..a svelare le vere intezioni..i veri sentimenti..

..ed ecco ke si rivela..in tutto il suo splendore..in tutta al sua essenza..un sogno fatto realtà..era proprio quello ke credevi..quello ke avevi desiderato..quello ke hai sempre cercato..quello a cui anelavi da sempre..!!!

..beh..forse nn avrà la tutina azzurra..ma forse è meglio così..!!..forse nn avrà un cavallo bianco..ma..nella sua makkina ce ne sono più di uno..eppure sono sicura di una cosa..:..è lui...è il mio principe....!!..come faccio a saperlo??..beh...sono sicura di un'altra cosa...ke la natura ha donato alla donna gli strumenti adatti per poter esser più sensibile..più percettiva..più intuitiva dell'uomo..e quindi sono cose ke una donna avverte..le sente..si accorge di qualkosa prima ancora ke qsta accada...ovviamente tutto ciò a patto ke ella sia lucida e dotata di cervello..ed io..senza peccar di presunzione..credo di essere una di qste!!

..vabbè..ora basta così!!!..un bacio a tutti..ma uno in particolare..al mio principe!!!!




Il giorno più bello? Oggi.
L’ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L’errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti i mali? L’egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
Il primo bisogno? Comunicare.
La felicità più grande? Essere utili agli altri.
Il mistero più grande? La morte.
Il difetto peggiore? Il malumore.
La persona più pericolosa? Quella che mente.
Il sentimento più brutto? Il rancore.
Il regalo più bello? Il perdono.
Quello indispensabile? La famiglia.
La sensazione più piacevole? La pace interiore.
L’accoglienza migliore? Il sorriso.
La miglior medicina? L’ottimismo.
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.
La forza più grande? La fede.
La cosa più bella del mondo? L’amore.

Madre Teresa di Calcutta




Le cose che ho imparato dalla vita

Ecco alcune delle cose che ho imparato nella vita:
che non importa quanto sia buona una persona,ogni tanto ti ferirà e per questo, bisognerà che tu la perdoni. Che ci vogliono anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per distruggerla.Che le circostanze e l'ambiente hanno influenza su di noi, ma noi siamo responsabili di noi stessi. Che, o sarai tu a controllare i tuoi atti, o essi contrelleranno te. Che la pazienza richiede molta pratica.
Che ci sono persone che ci amano,ma che semplicemente non sanno come dimostrarlo.
Che a volte, la persona che tu pensi ti sferrerà il colpo mortale quando cadrai, è invece una di quelle poche che ti aiuteranno a rialzarti.
Che solo perchè qualcuno non ti ama come tu vorresti, non significa che non ti ami con tutto se stesso.
Che non si deve mai dire ad un bambino che i sogni sono sciocchiezze sarebbe un tragedia se lo credesse.
Che non sempre è sufficiente essere perdonato da qualcuno. Nelle maggior parte dei casi sei tu a dover perdonare te stesso.
Che non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari. Forse Dio vuole che incontriamo un pò di gente sbagliata prima di incontrare quella giusta, così finalmente quando la incontriamo, sapremo come essere riconoscenti per quel regalo. Quando la porta della felicità si chiude, un'altra si apre,ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in portico e camminarci insieme,senza dire una parola, e quando vai via senti come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta.
E' vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi. Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un'ora per piacergli, e un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi. Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perchè ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornataccia. Trova quello che fa sorridere il tuo cuore.
Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto che vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarlo davvero! Sogna ciò che ti va; vai dove vuoi; sii ciò che vuoi essere, perchè hai solo una vita e una possibilità di fare le cose che vuoi fare. Se ti senti stretto, probabilmente anche loro si sentono così. Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.
La felicità è ingannevole per quelli che piangono, quelli che fanno male, quelli che hanno provato, solo così possono apprezzare l'importanza delle persone che hanno toccato le loro vite. Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi andare bene nella vita prima di lasciare i tuoi fallimenti passati e i tuoi dolori.
Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a te sorridevano. Ho imparato che gli eroi sono persone che hanno fatto ciò era necessario fare, affrontandone le conseguenze.

LE COSE CHE HO IMPARATO DALLA VITA DI Paulo Coelho




Oroscopo Cinese
TIGRE (Data di Nascita: 05/10/1986)

I nati della Tigre sono dotati di grande leadership e sanno conquistare facilmente le le persone grazie al loro particolare magnetismo. Per questo motivo sono spesso ottimi politici, con l'unico rischio di sopravalutare le proprie capacita'.
Generalmente sono anche fortunati nel gioco.
La loro grinta li porta spesso ad essere estremamente competitivi tanto da rendersi antipatici.
Altro difetto dei nati della Tigre e' la possibilie incostanza di umore.

Partner Ideali:
Cavallo o Cane.

TIGRI Famosi:
Agatha Christie, Tom Cruise, Leonardo DiCaprio, Jodie Foster, William Hurt, Marilyn Monroe, Demi Moore, Lionel Ritchie, Kenny Rogers, Dylan Thomas, H.G. Wells, Stevie Wonder, Natalie Wood.

Numeri Fortunati:
4, 5, 7, 9, 13, 34, 44, 45 e 54.

Fuoco (Data di Nascita: 5/10/1986)

I nati sotto l'elemento del fuoco sono carichi di energie e per questo facilmente "infiammabili".
Dal temperamento estremamente deciso, amano le attivita' fisiche e, analogamente vivono con fisicita' i loro rapporti interpersonali.
Amano l'aria aperta sono spesso convinti sostenitori della causa ambientalista.

Colore Associato:
Rosso




Spesso il male di vivere ho incontrato

Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l'incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.

Bene non seppi, fuori del prodigio
che schiude la divina indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

di Eugenio Montale




03\06\2006

Un professore di filosofia un giorno entrò in classe e mise alcuni oggetti sulla cattedra.
Quando la lezione ebbe inizio, senza dire una parola, prese un grosso contenitore di vetro vuoto e cominciò a riempirlo con pezzi di roccia abbastanza grossi.
Alla fine chiese ai suoi studenti se il contenitore fosse pieno.
Gli studenti risposero di si.
Allora il professore prese un sacchetto di sassolini e li versò nel contenitore, scuotendolo un pochino.
I sassolini ovviamente andarono a riempire gli spazi vuoti tra i pezzi di roccia.
Allora il professore chiese di nuovo ai suoi studenti se il contenitore fosse pieno.
E gli studenti risposero di si.
Il professore allora prese un sacchetto di sabbia e la versò nel contenitore. Naturalmente la sabbia riempi tutti gli spazi ancora vuoti e il professore chiese di nuovo se il contenitore fosse pieno.
Anche stavolta gli studenti gli risposero di si.
"Adesso, voglio che vi rendiate conto che il contenitore rappresenta la vostra vita", disse il professore.
"Le rocce sono le cose importanti - la vostra famiglia, il vostro compagno o la vostra compagna, la vostra salute, i vostri figli, i vostri amici - cose per cui, se anche tutto il resto andasse perduto, la vostra vita risulterebbe ancora piena.
I sassolini sono le altre cose che possono contare nella vita, come ad esempio il vostro lavoro, la casa. La sabbia è tutto il resto: le piccole cose di poco conto."
"Se mettete la sabbia per prima nel contenitore", continuò il professore "non rimane spazio per i sassolini e le rocce.
Lo stesso succede con la vostra vita: se spendete tutto il vostro tempo per dedicarvi alle cose di poco conto, non avrete più spazio per quelle davvero importanti.
Fate attenzione alle cose che contano veramente per la vostra felicità .
Giocate con i vostri figli, abbiate cura della vostra salute, uscite a ballare con la persona a cui volete bene. coltivate le amicizie.
Ci sarà sempre tempo per andare al lavoro, pulire la casa, organizzare una cena o portare via i rifiuti.
Occupatevi prima di tutto delle rocce
Stabilite bene le priorità .
Tutto il resto è solo sabbia"




“L’uomo non è che una canna, la più debole della natura; ma è una canna pensante. Non c’è bisogno che tutto l’universo s’armi per schiacciarlo: un vapore, una goccia d’acqua basta a ucciderlo. Ma, anche se l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe ancor più nobile di chi lo uccide, perché sa di morire e conosce la superiorità dell’universo su di lui; l’universo invece non ne sa niente. Tutta la nostra dignità consiste dunque nel pensiero. E’ con questo che dobbiamo nobilitarci e non già con lo spazio e il tempo che potremmo riempire. Studiamoci dunque di pensare bene: questo è il principio della morale”




17\06\2006

AMORE TI AMO..
..e mai niente e nessuno potrà farmi cambiare idea..neanke le malilingue della gente..neanke l'invidia, la gelosia, il rancore delle persone ke tanto si accaniscono contro di me..contro di te..neanke le loro peggiori "bestemmie" riusciranno ad allontanarmi da te..nn posso dire d'esser la tua anima gemella..nè ke il nostro amore sarà eterno..vorrei..forse è anke quello ke sento..ma nn ho la palla di vetro..nè quest'enorme presunzione..ma quello ke so è ke voglio stare cn te..ke ti amo tantissimo..ke stare cn te è cm vivere un sogno..amore grazie..grazie dei tuoi sorrisi..dei tuoi sguardi..delle tue dolci parole..delle tue carezze..delle tue attenzioni..grazie per esser come sei..per la tua lealtà..per la tua sincerità..grazie per lo starmi accanto e per permettermi di starti accanto..grazie per esser entrato nella mia vita e grazie per avermi fatto entrare nella tua..ringrazio il cielo e le stelle che quel giorno ci hanno fatto incontrare e per averci permesso di esser arrivati fin qui insieme!!!grazie di tutto amore..TI AMO!!!





Dedicato a chi c'era.........

Noi che ci divertivamo anche facendo 'Strega comanda color...'
Noi che facevamo 'Palla Avvelenata'.
Noi che giocavamo a 'Ruba Bandiera' (Bandierina).
Noi che non mancava neanche 'dire, fare, baciare, lettera, testamento'.
Noi che avevano i pattini a 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva.
Noi che quando giocavamo col Lego facevamo anche castelli alti 6 piani che non si smontavano mai.
Noi che chi andava in bici senza mani era il più figo.
Noi che anche quelli che impennavano però non se la tiravano poco.
Noi che 'posso giocare anche io?' 'eh no...sai, la palla non è mia'
Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa.
Noi che facevamo a gara a chi masticava più big -babol contemporaneamente.
Noi che avevamo adottato gatti e cani randagi che non ci hanno mai attaccato nessuna malattia mortale anche se, dopo averli accarezzati, ci mettevamo le dita in bocca.
Noi che rompevamo i termometri, e le palline di mercurio giravano per tutta casa.
Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella.
Noi che se passavamo la palla al portiere coi piedi e lui la prendeva con le mani non era fallo.
Noi che giocavamo a 'Indovina Chi?' anche se conoscevamo tutti i personaggi a memoria.
Noi che sul pullman della gita giocavamo a fiori, frutta e città (e la città con la D era sempre Domodossola)...
Noi che con 100 lire ci prendevamo una cicca con le 3 figurine dei calciatori..
Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire pure l'album Panini.
Noi che ce l'ho, ce l'ho... MANCA
Noi che abbiamo visto così tante volte le cassette della Disney, che ora, a distanza di 15 anni, sappiamo ancora cosa cantavano Robin Hood e Little John.
Noi che in TV guardavamo solo i cartoni animati.
Noi che avevamo i cartoni animati belli!!!
Noi che litigavamo su chi fosse più forte tra le tartarughe Ninja .
Noi che abbiamo raccontato 1.500 volte la barzelletta del fantasma formaggino.
Noi che cercavamo di far sorridere i sofficini ma si rompevano sempre in due.
Noi che non avevamo il cellulare per andare a parlare in privato sul terrazzo.
Noi che scrivevamo i messaggini su dei pezzetti di carta da passare al compagno.
Noi che andavamo in cabina alla fine della scuola per prendere le schede finite.
Noi che c'era la macchina fotografica usa e getta e facevi fino a 20 foto.
Noi che non era Natale se alla tv non vedevamo la pubblicità della Coca Cola o della Bauli con l'albero.
Noi che le palline di natale erano di vetro e si rompevano.
Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.
Noi che guardavamo film dell'orrore anche se avevamo paura.
Noi che giocavamo a calcio durante l'intervallo col tappino della bottiglia.
Noi che c'era sempre quello che veniva a scuola con la bottiglia dell'acqua solo per avere il tappino.
Noi che suonavamo ai campanelli e poi scappavamo.
Noi che nelle foto delle gite facevamo le corna ed eravamo sempre sorridenti.
Noi che potevamo fare il bagno solo dopo 2 ore da quando avevamo finito di mangiare.
Noi che a scuola andavamo con cartelle da 2 quintali e senza rotelle.
Noi che quando a scuola c'era l'ora di ginnastica partivamo da casa in tuta e con le scarpette nello zaino.
Noi che a scuola ci andavamo da soli e tornavamo da soli.
Noi che se a scuola la maestra ci metteva una nota sul diario, a casa era il terrore.
Noi che facevamo le ricerche in biblioteca, mica su Google.
Noi che internet non esisteva.
Noi che il 'Disastro di Cernobyl l'abbiamo vissuto nascendo e ci pensavano tutti destinati a 6 dita.
Noi che portavamo da casa la merenda a scuola.
Noi che la merenda portata da casa, all'intervallo era sempre in briciole.
Noi che non sapevamo cos'era la morale, solo che era sempre quella.. far merenda con Girella..
Noi che potevamo star fuori in bici il pomeriggio.
Noi che se andavamo in strada non era così pericoloso.
Noi che però sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.
Noi che il primo novembre era 'Tutti i santi', mica Halloween.

Che fortuna, esserci stati.




...cos'è che fa dell'uomo un uomo?
- si chiese una volta un mio amico -
Forse le sue origini? Il modo in cui nasce alla vita?
Io non credo.
Sono le scelte che fa, non come comincia le cose, ma come decide di finirle.

(Hellboy)



Aggiungi alla Friend List
Leggi messaggi per Shadow86 (105) | Scrivi un messaggio a Shadow86








Pagina visitata 28412 volte, ultimo aggiornamento : 21/05/2008 - 00.35
ultima visita il 05/10/2017 alle ore 14:19 da un ragazzo di 45 anni.




 
 
 
www.ircnapoli.com